Altra Galway

Piccolina, vacanziera, ancora poco contaminata dalla moderna Irlanda. Ecco come definisco Galway, la capitale del West, quello piovoso, quello del Connemara, delle isole Aran, di Clare Island, delle pecore e degli Irish che ancora parlano orgogliosamente la loro lingua.

Ci ho vissuto i miei primi 4 mesi quassù, nella bella stagione che va’ da maggio ad agosto, e nonostante una cosi’ breve esperienza conservo dei ricordi bellissimi.

Tutto è a portata di una passeggiata, dal traditional pub alla disco unz unz e al mega shopping center. La si gira quindi tutta a piedi, o con una bicicletta. Partendo da College Road si passa una trafila di B&B, dove poter pernottare per una visita, e a piedi si raggiunge il tourist office e una buona (veramente) pizzeria italiana chiamata “Il muretto”. Proseguendo a piedi la stazione dei treni/bus a sinistra, e a destra Eyre Square, l’orgoglio cittadino, completamente rinnovata nel 2006, sulla quale si affacciano l’immancabile shopping center, il SuperMac, il Dunnes Store e la sede del Galway Advertiser, preziosa fonte di informazioni per la ricerca di casa o stanze in sharing. [1]

Da lì si prosegue dritto lungo High Street, al cui inizio c’è la panchina per la foto di tutti i turisti, ma soprattutto lo street market del sabato mattina attorno la chiesa, il Tigh Neachtain (uno dei due pub tradizionali più famosi di Galway, l’altro è il The Crane), poi il Quay sulla sinistra, dove gustare ostriche e guinness, per arrivare allo Spanish Arc, antico approdo di mercanti spagnoli dove un piccolo monumento di gemellaggio con Genova ricorda che Cristoforo Colombo ebbe li’ l’ispirazione che dall’altra parte dell’oceano ci fosse terra.

Dallo Spanish Arc parte poi la lunghissima passeggiata verso Salt Hill, la spiaggia sull’oceano dove prendere un po’ di sole (rofl) e avventurarsi in un bagno: molti Iish lo fanno, impossibile non dovrebbe essere (io non l’ho mai fatto!). Sul forum sono state postate delle foto del mare lo scorso inverno (2007): potete dargli un’occhiata per rendervi conto della tranquillità dell’oceano da quelle parti.

È sicuramente la città più vivibile tra le big d’Irlanda, o quantomeno tra lei, Cork e la old dirty Dublin. È anche molto “divertimentosa”: pare sia la meta preferita dei dublinesi quando si son stufati di Temple Bar e vogliono trovare un altro posto dove far casino.

Ma l’Irlanda comincia sempre appena fuori dalla città, con la N59/R336/N84 che fa’ fare il giro del lago Corrib, dove si dice sia possibile trovare la barca (ma quella vera) protagonista della copertina di un disco dei Chieftains. Oppure lungo la N59 stessa che attraversa il cuore del Connemara, con una serie infinita di laghetti e panorami mozzafiato, che terminano a Clifden “il village più soleggiato d’Irlanda” :-) [2] e poi Westport, a 20 Km del quale si arriva a Roonah Quay, porto d’imbarco per Clare Island [3].

Galway è anche il punto di partenza per la solita gitarella giornaliera alle isole Aran, in città troverete parecchi “botteghini” che offrono il biglietto del ferry per le isole, altro all’immancabile Tourist Office. Combinazioni bus+traghetto con partenza dal Tourist Office, oppure solo biglietto per chi può raggiungere Rossaveel con mezzi propri. Per il cummenda tourist (o lo Schumacher tourist) ci sono anche aeroplani che in 6 minuti raggiungono la prima isola, e le collegano tutte e tre, permettendo così in una giornata di “vederle” tutte e tre.

Testo redatto da gdbjoe

[1] Davanti alla sede è possibile prendere il giornale subito quando esce, il giovedì, o forse addirittura il mercoledì PM. Se cercate una stanza in sharing potete battere sul tempo i vostri competitor guardando il sito web del giornale oppure prendendo la copia fresca della settimana in anteprima.

[2] C’è da farci l’abitudine ad affermazioni tipo <luogo> è il più <aggettivo> d’Irlanda, sono comunissime ovunque si va’. Basta sostituire <luogo> con il posto in cui siete e <aggettivo> con quello che gli si addice meglio.

[3] Clare Island è il luogo dove è ambientato Storia di Marzo, un bellissimo racconto di Fabio Riccio.

Link:

Galway Advertiser
Gionale locale, esce ogni giovedì.

GALWAY
Notizie e consigli degli Irlandiani.

www.galway.net
Portale con notizie e informazioni sulla città.

Clare Island
Sito web ufficiale dell’isola.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *